Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
banner lato

Area Riservata Progetto



Home PSR - News News 31 - Avviso Pubblico: Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

News 31 - Avviso Pubblico: Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

imm network-email2

Avviso Pubblico: Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Ente Erogatore:
I.N.A.I.L.


Oggetto: Il presente Avviso ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro. Per “miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro” si intende il miglioramento documentato delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali.
Sono ammessi a contributo i progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie: 
1) progetti di investimento (ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici collegati; acquisto di macchine, con sostituzione di macchine, laddove richiesto dalla specifica Tipologia di intervento; acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati; installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici, antincendio, di aspirazione e ventilazione).
Per i progetti di investimento che comportano l’acquisto di “macchine”, si precisa che sono ammessi a finanziamento gli interventi riguardanti le macchine che ricadono nella definizione di cui all’art. 2, lettere a), b), c), f), g) del D. Lgs n.17 del 27 gennaio 2010 (decreto di recepimento della Direttiva Macchine 2006/42/CE) nonché i trattori agricoli e forestali.
- i trattori da acquistare devono essere non usati e omologati secondo la direttiva 2003/37 CE;
- nel caso di sostituzione, i trattori sostituiti devono essere alienati dall’impresa. Essi possono essere venduti o permutati qualora siano conformi alle specifiche disposizioni legislative e regolamentari di recepimento delle direttive comunitarie di prodotto o all’Allegato V del D. Lgs 81/2008. In caso contrario devono essere rottamati.
2) progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.
Il contributo, in conto capitale, è pari al 65% delle spese ammesse ai sensi del successivo articolo 7. Il contributo è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. In ogni caso, il contributo massimo erogabile è pari a € 130.000.

Beneficiari: I soggetti destinatari dei contributi sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. Al momento della domanda, l’impresa richiedente deve soddisfare, a pena di esclusione, i seguenti requisiti: 
- avere attiva l’unità produttiva per la quale intende realizzare il progetto;
- essere iscritta nel Registro delle Imprese o all’Albo delle Imprese Artigiane;
- essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essendo in stato di liquidazione volontaria, né sottoposta ad alcuna procedura concorsuale;
- essere in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi di cui al Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.);
- non aver chiesto, né aver ricevuto, altri contributi pubblici sul progetto oggetto della domanda;
- non costituisce causa di esclusione l’accesso ai benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito, quali quelli gestiti dal Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese di cui all’articolo 2, comma 100, lett. a), della legge 23 dicembre 1996, n. 662, quelli gestiti da ISMEA ai sensi dell'articolo 17, comma 2, del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e quelli previsti da disposizioni analoghe;
- non aver ottenuto, a seguito della verifica amministrativa e tecnica della documentazione a conferma della domanda online, il provvedimento di ammissione al contributo per uno degli Avvisi pubblici INAIL 2011, 2012 o 2013 per gli incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
- non aver ottenuto il provvedimento di ammissione al finanziamento per il Bando FIPIT 2014.
Le imprese possono presentare una sola domanda in una sola Regione o Provincia Autonoma. 

Scadenza:
 dal 03 marzo 2015 al 07 maggio 2015 (ore 18.00)

Link Utili:http://www.inail.it/internet/default/INAILincasodi/Incentiviperlasicurezza/BandoIsi2014/Avvisipubbliciregionali/index.html



Iniziativa finanziata dal FEASR nell’ambito della Misura 111 del PSR Calabria 2007/2013 (Reg. (CE) 1698/2005)
unioneEuropea ministero-delle-politiche-agricole regioneCalabria logoPSR

logo ecwsbanner medbridgecyty 4 every1 banner sos banner Acquario Scarl banner Associati anche tu